FOOTBALL LEADER 2019: PIENONE A SCAMPIA PER IL TRIANGOLARE NO RACISM

L’edizione 2019 di Football Leader è iniziata quest’anno con un’iniziativa di grande importanza sociale e culturale: il “Triangolare No Racism”, che attraverso il calcio vuole inviare il messaggio di lotta al razzismo e alle discriminazioni, per sensibilizzare adulti e ragazzi sul tema dell’inclusione e dell’integrazione sociale. L’iniziativa ha aperto anche il  programma di eventi culturali collaterali dell’Universiade 2019, realizzati dalla Regione Campania e curati dalla SCABEC e fa parte degli appuntamenti delle MiniUniversiadi che coinvolgono i ragazzi degli oratori.

Il Triangolare “Football Leader No Racism” si è tenuto lunedì 3 giugno alle ore 16 presso il Centro Sportivo “Arci Scampia”, da sempre avamposto di legalità e aggregazione sociale in un quartiere difficile come quello di Scampia.

Si sono sfidate, nel triangolare di calcio a 8, il Team Immigrati dell’Arci Napoli, la Selezione AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) e la Selezione USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) della Campania.

Presenti testimonial d’eccezione, quali il presidente dell’AIAC Renzo Ulivieri, l’ex allenatore di Roma, Lazio, Sampdoria e Benfica Sven Goran Eriksson, l’allenatore del Lecce Fabio Liverani, l’ex allenatore di Siena e Torino Mario Beretta, le due calciatrici di Sassuolo e Pontedera Zoi Giatras e Priscilla Del Prete altri ospiti di Football Leader 2019 e alcuni testimonial delle Universiadi Napoli 2019.

Per la selezione AIAC sono scesi in campo, oltre alle due calciatrici Giatras e Del Prete, alcuni allenatori conosciuti, quali Francesco Montervino, Gennaro Iezzo, Vincenzo Migliaccio, Salvati, Gennaro Monaco e altri tecnici dell’AIAC Campania diretta da Nino Scarfato.

Il Team Immigrati dell’Arci Mediterraneo (ente che si occupa di integrazione sociale, lavorativa e scolastica degli immigrati) è composto da rifugiati e richiedenti asilo, accolti nei diversi centri di accoglienza di Napoli e provincia e sono di origine senegalese, gambiana, nigeriana, maliana, ivoriana e guineana, tutti scappati dal proprio paese per persecuzioni di carattere razziale e religioso o per guerre e carestie. Il capitano della squadra, Abdoulaye Tounkara, proveniente dal Senegal ma originario del Gabon, è un vero esempio di integrazione: arrivato nel 204, ha appreso velocemente la lingua italiana, divenendo in poco tempo il nostro mediatore linguistico data la conoscenza di ben 7 dialetti africani. La squadra è allenata da Danilo Scognamiglio e da Gianluca Galletta, dipendenti dell’Arci Mediterraneo.
Per la Selezione USSI hanno partecipato celebri giornalisti sportivi come Fabrizio Cappella, Gianfranco Lucariello e Massimo Sparnelli, tra gli altri, impegnata in varie partite di beneficenza e tornei dell’Ordine dei giornalisti.

Prima del fischio d’inizio in campo si sono esibiti i ragazzi delle bande musicali di «Canta Suona e Cammina», un progetto della Regione Campania e della Curia di Napoli, a cura della Scabec e della Fondazione Fare Chiesa e Città, che coinvolge oltre trecento ragazzi tra gli 8 e i 15 anni, provenienti da alcuni quartieri più difficili dell’area metropolitana e della provincia di Napoli, coinvolti in un percorso formativo che vede la musica come strumento di crescita culturale e sociale, con esibizioni pubbliche e visite museali. Francesco Mastandrea, attore e speaker di Radio Marte (radio ufficiale di Football Leader), ha mirabilmente intrattenuto il pubblico e ha condotto l’evento. Prima delle gare il vice presidente di Scabec, Teresa Armato, ha sottolineato l’importanza dei messaggi sociali trainati attraverso il calcio. Il saluto del presidente Renzo Ulivieri, del capitano Abdul Tounkara dell’Arci Mediterraneo (con i dirigenti Massimo Mola e Valeria Auricchio presenti) e dei giornalisti ha poi avviato la contesa.

Tutte le squadre sono scese in campo, in una grande cornice di pubblico composta da oltre 700 persone, con le maglie FBF Adidas “No Racism”.

Il mini torneo, diretto dal gruppo partenopeo arbitri GPA presieduto da Carmine Mirenghi e Carmine Manzone Antonio, si è concluso con la vittoria della Selezione AIAC che ha superato 2-1 il team immigrati e per 5-1 quella dell’Ussi. L’ultimo match, tra le due sconfitte è terminato 4-1 in favore del team immigrati. Alla fine del triangolare il messaggio “No Racism” è stato lanciato in modo imponente: la premiazione è stata il suggello della splendida prima giornata di Football Leader.

Football Leader 2019 è iniziato con un grande successo, e con il Triangolare “No Racism”, evento realizzato in collaborazione con Scabec, Regione Campania (che patrocina l’intera manifestazione FL) e Universiade Napoli 2019, non poteva che esserci apertura più importante.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *